Bollino Verde? Allora è Fibra Vera

l'AGCOM identifica la vera fibra con un bollino verde

Fibra

Un Bollino Verde per Riconoscere la Fibra

L’AGICOM identifica la fibra al 100% con un bollino verde

 

Ci sono diversi tipi di connessione, ognuna delle quali offre performance differenti. Quando si firma un contratto è sempre bene controllare il colore del bollino.

Quando acquistiamo un servizio di connettività in fibra pensiamo non ci siano grandi differenze perché “la fibra è fibra”. Invece è importante controllare il colore del bollino che affianca la dicitura del servizio, perché ci possono essere parecchie differenze.

Ad ogni bollino corrisponde un tipo di connessione differente. Se il bollino non è verde, significa che non è vera fibra e che si sta accettando un servizio che non garantisce le performance che immaginiamo.

In questo articolo ti aiutiamo a distinguere le diverse tipologie di connessione, partendo proprio dai bollini colorati, voluti dall’AGCOM per fare chiarezza sulle tante proposte degli operatori e sulle performance realmente raggiungibili.

Bollino rosso (e lettera “R”): significa l’uso di Rame o Radio, due tecnologie che hanno poco a che fare con la Fibra e che per questo, non possono offrire performance all’altezza. In questa categoria di linee rientrano le vecchie e note linee ADSL che hanno dato il loro servizio per tanti anni e che ormai non rappresentano più la soluzione adeguata per una buona connettività. 

Bollino giallo (e lettera “FR”): vuole dire che ci troviamo di fronte ad una duplice possibilità. Una connessione mista Fibra-Rame (FTTC Fiber To The Cabinet – fibra sino all’armadio) o una connessione mista Fibra-Radio. La differenza è in quello che viene chiamato “ultimo miglio”, ovvero il tipo di tecnologia utilizzata nell’ultimo tratto tra l’armadio di rete in strada e l’abitazione o l’ufficio. Quando questa ultima parte di rete non è in fibra, si crea una sorta di imbuto che rallenta le perfomance adattandosi a quelle date dal rame e perdendo tutti i vantaggi della fibra. In questo caso, in futuro, l’ultimo tratto potrà essere implementato con il 5G, riducendo la differenza; ma ad oggi i risultati non sono ottimali. Pertanto questo tipo di soluzione non può che meritare un bollino giallo.

Bollino verde (e lettera “F”): simboleggia una connessione FTTH (Fiber to the Home), ovvero una linea completamente in fibra fino all’abitazione, senza nessuna interruzione, nessuna tecnologia alternativa e complementare. Solo ed unicamente fibra, per servire le massime performance possibili.

  ADSL, FTTC/FWA, FTTH: le sigle adottate.

I bollini colorati facilitano la distinzione delle diverse tipologie di connessione, grazie alle indicazioni date da AGCOM. Tuttavia, dietro ad ogni bollino, si nasconde una sigla che gli operatori utilizzano per distinguere le varie tipologie di linea e le performance realmente raggiungibili.

In Italia, l’obiettivo è quello di arrivare ad avere il bollino verde, ovvero la sigla FTTH, abbandonando completamente l’ADSL che può raggiungere al massimo i 20Mbps. 

Per questo, nel PNRR è stato approntato il piano di lavoro “Piano Italia a 1 Giga”, che rappresenta l’orizzonte ideale a cui la tecnologia può tendere per portare la connettività nelle case e nelle aziende. 

FTTH significa istantaneità, streaming, latenza annullata, qualità ai massimi livelli.

Le soluzioni che utilizzano il bollino giallo (FTTC o FWA, ossia Fiber to the Cabinet e Fixed Wireless Access) sono solo compromessi che risolvono i guai dell’ultimo miglio, cercando di arrivare rapidamente ad una soluzione accettabile di velocità e performance. In questi casi la velocità raggiungibile è nell’ordine dei 100/300Mbps, decisamente al di sotto rispetto a quel che la fibra potrebbe offrire. A questo proposito, l’Autorità antitrust si è così espressa: “attenzione alle soluzioni che non aprono ad un reale salto di qualità, poiché potrebbero creare problemi in futuro, rallentando il raggiungimento dell’obiettivo. Sia le politiche di investimento che le scelte dei cittadini siano quindi orientate in questa direzione, poiché è solo nella vera connessione in pura fibra “FTTH” che è possibile attingere alla banda Ultralarga.”

antivirus

Solo il Bollino Verde, Certifica che la Fibra è Vera

Proviamo a fare una fotografia del nostro paese per capire da dove partiamo. Di fatto, la maggior parte del territorio italiano è ancora in bollino rosso, anche se è presente una fascia importante di bollini gialli che sta tentando di mettere un piede nel futuro. Sono ancora poche le aziende che lavorano per aumentare la copertura del Paese con una linea FTTH, ovvero Fibra al 100%, che porta una rete ad alte performance ed in grado di connettere davvero la provincia con il mondo e viceversa. Per questo, il raggiungimento del dell’obiettivo del Piano Italia a 1 Giga è ancora lontano.

L’AGCOM ha messo in piedi il cosiddetto “semaforo”, utile a comprendere con un semplice colpo d’occhio il tipo di connessione che si sta utilizzando. Inoltre, ha dettato chiare regole per i lavori di infrastrutturazione presso condomini, cortili e aree comuni con l’obiettivo di creare standard operativi che possano velocizzare il cablaggio in queste situazioni, favorendo le autorizzazioni necessarie e la valutazione degli oneri correlati. Non ci dovrebbero essere ostacoli tra le ambizioni del Paese e la messa a terra delle dorsali e dei terminali. La fibra sta per arrivare ovunque ed i piani di investimento, nutriti dal fondamentale aiuto del Piano Nazionale di Ripresa e di Resilienza saranno una componente fondamentale per la buona riuscita del progetto.

Hai bisogno di di saperne di più? Contattaci!

1 + 4 =

Sede

Via Bongiovanni 36/C
44122 FERRARA

Orari

L-V: 9-13 14-18
S: reperibilità telefonica 09-13

Chiamaci

0532 1916101